Street Art a Byron Bay

Byron Bay è stata la seconda tappa del mio viaggio in Australia. Un intermezzo tra i sei giorni passati a Sydney e i quattro in cui avrei soggiornato a Brisbane.

 

Perchè andare a Byron Bay?

Byron Bay deve il suo nome a James Cook che la battezzò come tale in onore dell’esploratore e ammiraglio inglese John Byron, nonno del poeta Lord Byron. Le ragioni per cui ho scelto di fermarmi in questa cittadina del Nuovo Galles del Sud sono le stesse per cui è famosa. Vale a dire le bellissime spiagge, il suo incarnare ancora lo spirito hippy del paese e la possibilità di trovarsi nel punto più orientale della Terra Australis.

Oltre che una delle mete più amate dai surfisti di tutto il mondo per le sue fantastiche spiagge, Byron Bay attira milioni di turisti grazie anche al fitto cartellone di eventi che si alternano durante l’anno. Ad agosto c’è il Festival degli scrittori e a ottobre quello del cinema, il Byron Bay Film Festival. Ma non solo: per gli amanti della musica di genere tra marzo e aprile c’è il BluesFest  e, a luglio, per gli appassionati di indie-rock-alternativa, lo Splendour in the Grass. I locali e i café della città ospitano poi quotidianamente concerti, mostre e performances di artisti. Insomma di certo non ci si annoia!

Purtroppo però io non ho avuto modo di godermi Byron Bay fino in fondo. Dei tre giorni in cui mi ci sono fermata, infatti, una mezza giornata l’ho persa stando a letto con la febbre. Nonostante il poco tempo a disposizione sono comunque riuscita a fare più o meno tutto quello che mi ero prefissata: passeggiare per Main Beach, raggiungere il Cape Byron Lighthouse – passando ovviamente per il Most Easterly Point Of The Australian Mainland – e gironzolare un po’ per il centro della città.

 

Cosa mi è piaciuto di più

Ripensando a quei tre giorni, di Byron Bay ricordo con piacere soprattutto i tramonti  sulla spiaggia – banale lo so –  gli originali negozi e librerie del centro e i bellissimi graffiti e murales che colorano la cittadina.

Nella galleria qui sotto voglio dunque condividere con voi un po’ di ciò che tanto mi ha colpita di Byron Bay: la sua street art!

Mi sarebbe piaciuto recuperare più informazioni sulle opere e i suoi artisti ma purtroppo per ora non ho avuto molto successo. Mi dispiace soprattutto per il fatto che secondo me questi artisti meritano il giusto riconoscimento per il loro lavoro. In ogni caso, se dovessi in futuro riuscire a trovare qualche dato in più, aggiornerò sicuramente le didascalie della gallery.

Buona visione!

 

Street Art a Byron Bay

4 Comments

  1. Laura 29 dicembre 2017 at 22:01

    L’Australia deve essere davvero una meta indescrivibile. Anch’io l’ho messa nella mia bucket list e a questo punto lascerò uno spazio anche per Byron Bay

    1. LaraC 29 dicembre 2017 at 22:20

      Si lo è davvero ❤️
      Ti auguro di realizzare il tuo sogno di andarci, ne vale proprio la pena

  2. Rocio Novarino 30 dicembre 2017 at 16:13

    Bellissime queste foto. Sono stata a Byaron (vero non tanto solo di passaggio) ma non mi sono imbattuta in queste arti! peccato!! Veramente carini e spero che il tuo viaggio continui con grande ispirazione!

    1. LaraC 30 dicembre 2017 at 16:01

      Grazie mille per il complimento! 😊

Dì la tua!