Parigi insolita e segreta

Viaggi

Parigi insolita e “segreta”

In realtà non ho la presunzione di credere per davvero di svelarvi luoghi segreti di Parigi. In questi due giorni che ho passato passeggiando per le vie parigine mi sono però imbattuta in alcuni posti che mi hanno piacevolmente sorpreso e che mi sono sembrati ancora poco trafficati. Ho quindi pensato, prima di iniziare la mia terza e ultima giornata di esplorazione, di condividere con voi questi angoli un po’ insoliti di Parigi.

Spero vi possano piacere!

Nel quartiere Le Marais

Mi ci sono imbattuta un po’ per caso e forse proprio per questo mi ha affascinato così tanto. Sto parlando di un cortile interno ad alcune viuzze del quartiere Le Marais: Le Village Saint-Paul. Piccole botteghe di antiquariato, deliziose brasseries, gallerie d’arte e qualche negozietto d’abbigliamento e oggettistica sono lì ad aspettarvi. L’atmosfera è quella di paese, con la sua tipica quiete e rilassatezza. È un luogo perfetto per uscire un attimo dal caos cittadino.

Sempre nel quartiere Le Marais mi sono imbattuta anche nel curatissimo giardino dell’Hotel de Sens. Mi ha ricordato un po’ i giardini di Bruxelles – dove sono stata la scorsa primavera -, in particolare quello di Place de Petit Sablon.

La struttura, che ha un che di fiabesco, è sede della Bibliothéque Forney, specializzata in libri d’arte.

Sull’Ile de la Cité

Se vi trovate sul Pont Neuf per ammirare la punta dell’isolotto più famoso di Parigi, voltatevi di 180* e troverete di fronte a voi una specie di corridoio tra due palazzi. Incuriosita io mi ci sono avventurata e sono sbucata in Place Dauphine. Si tratta di uno spiazzo non grandissimo, di forma triangolare, contornato da ristoranti, caffetterie, gallerie d’arte e librerie. Credo che con la bella stagione debba essere particolarmente piacevole sedersi nei tavolini all’aperto di uno di questi ristoranti e godersi l’atmosfera del luogo. Ha anche quel tocco italiano che, se ci si sente un po’ nostalgici, può renderlo il posto ideale dove rifugiarsi per un po’.

Nei dintorni della Gare de Lyon

Forse questa viuzza, i fanatici di Instagram e Pinterest, la conoscono già. Si tratta di Rue Crémieux e passeggiandoci si avrà la sensazione di esser stati catapultati a Notting Hill. Per la strada si susseguono infatti tante casette colorate, di tutte le tonalità possibili. Sì tratta, non a caso, della via più colorata di Parigi.  Questa volta però il ‘posto insolito’ mi è stato suggerito e consigliato da una ragazza che a Parigi ci vive da un annetto.

Vicino a Gare d’Austerlitz

Il giardino Tino-Rossi costeggia la Senna nel tratto che va da Pont d’Austerlitz a Pont de Sully e già solo per questo guadagna punti. Quello che lo rende ancora più interessante è il suo essere guarnito di statue realizzate da vari artisti. È frequentato, per quello che ho potuto vedere, soprattutto da parigini o da runners (l’una non esclude l’altra) quindi potrebbe essere un buon posto per entrare nella parte.

Parigi insolita e segreta
Parigi insolita e segreta: Giardino Tino-Rossi

Voi li conoscevate già questi angoli – per me insoliti – di Parigi? Ne avete qualcun’altro che volete condividere con me?

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT